Sito Ufficiale del Comune di Solarolo

Salta ai contenuti
 
Comune di Solarolo
Comune di Solarolo
 
Sei in: Home - Filo Diretto - Comunicati stampa - Il Comune ha in mente un'associazione per sostenere il futuro del commercio cittadino  
Filodiretto
 
 
Calendario eventi
 
Mese Precedente Novembre 2017 Mese Successivo
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
   
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
     
 
 
29/04/2010

Il Comune ha in mente un'associazione per sostenere il futuro del commercio cittadino

Nella serata di martedì scorso, nella sede municipale di Piazza Gonzaga si è tenuto un incontro della 'Consulta Sviluppo Economico del Comune di Solarolo', costituita di recente. All'ordine del giorno: l'analisi della situazione economica territoriale e le proposte per la promozione del commercio cittadino. Durante l'incontro, alla presenza dei rappresentanti delle diverse associazioni di categoria, il sindaco Fabio Anconelli ha innanzitutto fornito alcune informazioni legate all'attuale inattuabilità del passaggio dalla Tarsu al regime della tariffa, per quanto riguarda i rifiuti solidi urbani. Ma si è parlato soprattutto del futuro del commercio a Solarolo: "L'intenzione dell'amministrazione comunale - spiega Anconelli - è di mettere assieme ed organizzare al meglio i commercianti e gli artigiani che hanno voglia di "contrastare la crisi locale" che si è particolarmente acutizzata in questo periodo, senza voler con ciò superare le Associazioni di Categoria. L'idea di fondo è la stessa di 'Io.. c'entro', l'associazione dei commercianti nata pochi giorni fa a Castellarano, in provincia di Reggio Emilia. Si vuole cioè creare un'associazione che possa promuovere il tessuto commerciale del paese ed aiutare gli esercenti a studiare, in collaborazione col Comune, iniziative e manifestazioni per contrastare la crisi" in un rapporto sempre più diretto. In ultimo, il sindaco ha annunciato une bella notizia per Solarolo: "Al nostro Comune è stato chiesto di entrare nella Associazione ‘Strada del Sangiovese (Vini e Sapori)’ allo scopo di creare un nuovo percorso enogastronomico ‘la Via delle Pievi’. Si tratta di un segnale decisamente positivo e che potrebbe promuovere adeguatamente il nostro territorio, Il merito è della Provincia di Ravenna e della precedente amministrazione comunale, che aveva già lavorato in questa direzione".