Sito Ufficiale del Comune di Solarolo

Salta ai contenuti
 
Comune di Solarolo
Comune di Solarolo
 
Sei in: Home - Filo Diretto - Comunicati stampa - Comune di Solarolo, costituite le Consulte per Scuola e Pari Opportunità  
Filodiretto
 
 
Calendario eventi
 
Mese Precedente Dicembre 2017 Mese Successivo
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
       
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
 
 
20/10/2009

Comune di Solarolo, costituite le Consulte per Scuola e Pari Opportunità

Nel Consiglio Comunale di Solarolo del 17/9/09 è stata approvata la costituzione delle Consulte per la Scuola e per le Pari Opportunità presentate dall'assessore Liliana Salvo. Per quanto riguarda la Consulta della Scuola, si tratta di ridare operatività ad una Consulta già esistente, ma la cui attività si è da qualche anno fermata. Fra gli obiettivi, quello di supportare l'Amministrazione Comunale nella programmazione di attività d'intervento volte ad affiancare la scuola in un momento di oggettiva difficoltà dovuta ai tagli subiti in termini di risorse umane e finanziarie; favorire il dialogo fra Amministrazione Comunale, Istituzione Scolastica, famiglie e soggetti che interagiscono col mondo della scuola sui temi ad essa connessi; stimolare una progettualità che sappia integrare le specifiche esigenze e le differenti sensibilità ideali e culturali verso obiettivi generali e comuni. Particolare attenzione dovrà essere prestata ai soggetti svantaggiati, come gli alunni diversamente abili ed immigrati, elaborando proposte che individuino percorsi e pratiche di effettiva integrazione. Per quanto riguarda le Pari Opportunità, Liliana Salvo ha precisato che si tratta di un'esperienza nuova a Solarolo, ma sulla quale intende impegnarsi per dare la possibilità alle donne solarolesi di essere concretamente partecipi alla vita politica, sociale e culturale della comunità. "Si tratta - dice - di dare visibilità alle donne, di ripensare ad un modello organizzativo del nostro paese che tenga conto dei tempi e dei modi delle donne. Sono convinta che il pensiero della differenza sia un valore fondamentale che, a partire dal riconoscimento della "differenza di genere", porti ad un più ampio riconoscimento di tutte le differenze che costituiscono una grande ricchezza per noi tutti".